Aerei. Alitalia verso la cassa integrazione straordinaria per 828 unità terra, 190 piloti, 340 assistenti – IL DOCUMENTO ORIGINALE

Roma, Italia – Così come previsto dalla normativa, si legge nel documento

24598

(WAPA) – Oggetto: Comunicazione ai sensi dell’art. 24 del D.Lgs. n. 148/2015, dell’art. 5, comma 2ter del D.L. n. 347/2003 convertito nella legge n. 39/2004, nonché dell’art. 7, comma 10 ter del D.L. n. 148/1993 convertito con modificazioni dalla legge n. 23611993.

1. Le cause della sospensione
La scrivente Alitalia in Amministrazione Straordinaria, in persona dei Commissari straordinari Dott. Luigi Gubitosi, Prof. Dott. Enrico Laghi e Prof. Dott. Stefano Paleari, comunica l’intenzione di richiedere il trattamento straordinario di integrazione salariale così come previsto dalla normativa richiamata in oggetto e, in particolare, dall’art. 7, comma 10 ter del D.L. n. 148/1993.
La grave situazione economica, patrimoniale e finanziaria della società e l’impraticabilità di
soluzioni alternative in tempi brevi, ha determinato la necessità da parte del Consiglio di Amministrazione di presentare l’istanza di ammissione alla procedura di amministrazione straordinaria. Con decreto del 2 maggio 2017 – pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 104 del 6 maggio 2017 – Contenente misure urgenti per assicurare la continuità del servizio svolto da Alitalia S.p.A. – il Ministro dello Sviluppo Economico ha ammesso la società alla procedura di amministrazione straordinaria a norma dell’art. 2 comma 2, del decreto legge 347/03.
Nel corso della gestione commissariale, la compagnia per mantenere la competitività ed essere appetibile sul mercato dovrà focalizzarsi su una puntuale riconsiderazione e contenimento di tutte le voci di costo al fine di rendere l’attività aziendale quanto più efficiente possibile, economicamente sostenibile ed in linea Con il mercato di riferimento, anche attraverso una revisione e ottimizzazione del network ed un conseguente riequilibrio dell’impiego della flotta.

A tal fine si rende necessario adottare le seguenti misure volte a:

– porre in essere tutte le azioni utili a preservare il valore economico e produttivo del complesso aziendale della scrivente procedura, abbattere i costi di esercizio ed implementare tutte le azioni che ne consentano il migliore posizionamento sul mercato di riferimento e la possibilità di competere con gli altri vettori concorrenti;
– garantire l’operatività e la regolarità del proprio network e dei propri voli che costituiscono importante riferimento nell’ambito del trasporto aereo ed un servizio strategico ed essenziale per l’intera nazione.
Alla luce di quanto esposto, è imprescindibile per la gestione commissariale avviare un radicale efficientamento organizzativo che miri ad adeguare il dimensionamento dell’organico, riconsiderando la struttura organizzativa dell’azienda in ogni ambito, sia in aree strettamente correlate al business (a titolo esemplificativo Staff Operations, Ground, Airport EXperience, Maintenance, Commerciale etc.) sia in quelle di supporto (quali a titolo esemplificativo Amministrazione Finanza e Controllo, Risorse Umane, Legale e Sistemi Informativi). Si rende dunque necessario razionalizzare, ottimizzare e semplificare le strutture organizzative, vieppiù in quei settori nei quali sono stati già introdotti ed implementati nuovi processi applicativi (in via esemplificativa il sistema SABRE) e rivisitare in tale ottica i processi aziendali, nonché una
razionalizzazione e semplificazione delle strutture organizzative.

Vi è inoltre la necessità di adeguare l’organico del personale navigante, che peraltro risulta già in esubero Con l’attuale assetto tanto da aver determinato il ricorso al contratto di solidarietà, in Considerazione di diversi fattori tra cui il dimensionamento della flotta, la rivisitazione del netWork e non da ultimo, la anti-economicità di alcune rotte.
Alla luce di quanto rappresentato, si rende necessario sospendere i rapporti di lavoro con accesso all’integrazione salariale, anche al fine di agevolare e creare i presupposti per la formulazione di valide offerte di acquisizione di beni e/o assets aziendali che favoriscano la circolarizzazione della azienda, o quantomeno di parte di essa, e una ricollocazione della forza
lavoro disponibile.

Con la presente comunichiamo altresì che – ai sensi dell’art. 50 del D.lgs n. 270/1999 ed in ragione delle circostanze sopravvenute e delle ragioni tutte sopra esposte – il contratto di solidarietà sottoscritto con le OOSS in data 16 dicembre 2015 con scadenza 31 agosto 2017 deve intendersi superato e, in ogni caso, automaticamente e definitivamente cessato.

2. Entità, durata prevedibile e numero di risorse coinvolte dalla sospensione
Per l’attuazione del programma di crisi si ritiene necessario l’intervento della CIGS ai sensi dell’art. 7, comma 10 ter legge n. 236/1993 per una durata che sia pari alla durata del
Commissariamento stesso.
La gestione commissariale, pertanto, adotterà in tale periodo le misure e le soluzioni di Volta in volta maggiormente idonee a contemperare le diverse esigenze di contenimento e ottimizzazione dei costi con la garanzia di continuità del servizio ed in coerenza con gli eventi che potessero determinarsi anche a seguito delle manifestazioni di interesse al bando pubblicato il 17 maggio 2017 e sulla base dei riflessi stagionali che si manifesteranno nel corso della summer 2017, nonché attraverso una profonda ottimizzazione del network ed un
conseguente riequilibrio della flotta con eventuali riduzioni del numero di aeromobili.

Tutto ciò può implicare, nel tempo, la collocazione in CIGS di un numero di volta in volta diverso
di personale, sulla base di quanto sopra esposto.

2. 1 PERSONALE NAVIGANTE
La Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria riguarderà tutte le qualifiche del personale navigante per un numero complessivo di risorse che, anche per effetto dei processi di rotazione
eventualmente concordati tra le parti, sarà pari a 4716, di cui:
– 1351 risorse appartenenti al Personale Navigante Tecnico;
– 3365 risorse appartenenti al Personale Navigante di Cabina.
Fermo restando quanto suindicato al precedente punto 2 relativamente alla possibile modifica nel tempo del numero di dipendenti da collocare in CIGS – tenuto conto della situazione sopra descritta – il numero di eccedenze equivalenti inizialmente da collocare in CIGS a decorrere dal
2 maggio 2017 e per una prima fase sarà pari a:
190 risorse Personale Navigante Tecnico;
340 risorse Personale Navigante di Cabina.
2.2 PERSONALE DITERRA
La Cassa integrazione Guadagni Straordinaria riguarderà tutti gli ambiti aziendali, per un numero totale che, anche per effetto dei processi di rotazione eventualmente concordati tra le parti, sarà pari a n. 5903 dipendenti da cui vanno sottratti profili professionali elo aree per i quali la riduzione dell’operativo non determina la necessità di un diretto ricorso alla CIGS, tra i quali
a titolo esemplificativo e non esaustivo:

Addetto di Scalo
Addetto di Rampa
Operatore Unico Aeroportuale
Operatore Trasporti

Il programma dCIGS sarà attivato mediante il meccanismo della rotazione o a zero ore, tenuto conto della specificità delle aree e della peculiarità delle attività. In tale quadro il numero delle eccedenze equivalenti inizialmente da collocare in CIGS sarà pari a n. 828 risorse, alle quali vanno aggiunte eventuali risorse che, in ipotesi, potrebbero entrare a far parte dell’organico in adempimento di preesistenti obblighi contrattuali e/o legali. Tale numero sarà suscettibile di variazione alla luce di quanto indicato al precedente punto 2, relativamente alla possibile
modifica nel tempo del numero di dipendenti da collocare in CIGS.
L’implementazione della CIGS avverrà al termine della consultazione sindacale, come previsto
dalla norma.
Le aree organizzative coinvolte sono di seguito rappresentate:
FUNZIONCORPORATE
CHIEF PEOPLE & PERFORMANCE OFFICER
CHIEFFINANCAL, OFFICER
CHIEF INFORMATION TECHNOLOGY OFFICER
CHIEF STRATEGY & PLANNING OFFICER
CHEF COMMERCIAL OFFICER:
CUSTOMER
CHIEF OPS OFFICER (ACCOUNTABLE MNGR);

Per i motivi sopra descritti, Alitalia in A.S. ai sensi dell’art. 7 comma 10 terlegge n. 236/1993 presenterà istanza di CIGS (con esonero dal pagamento del contributo addizionale, ai sensi della Circolare del Min. Lavoro 2015 n. 24) e richiesta di integrazione del trattamento di Cassa integrazione straordinaria al Fondo di solidarietà per il settore del trasporto aereo e del sistema aeroportuale.

Tutto ciò premesso, con la presente, la Scrivente comunica sin da ora la propria disponibilità ad avviare l’esame congiunto per la concessione della CIGS ai sensi dell’art. 7, comma 10 ter del decreto legge 31 maggio 1993, n. 148 e dell’art. 5 comma 2 ter del D.L. 347/2003 proponendo pertanto la data del 26 maggio p.V.

Le notizie e le informazioni contenute nella presente comunicazione, così come le altre informazioni ricevute nel corso delle consultazioni sindacali, sono da ritenersi riservate e confidenziali anche ai sensi dell’art. 5 del D. Lgs. 6 febbraio 2007 n. 25, non potranno pertanto
essere divulgate in alcun caso se non in esecuzione degli adempimenti di legge.

Distinti Saluti.

ALITALIA – Società Aerea Italiana S.p.A. in A. S.

In basso copia integrale della lettera che i commissari straordinari di Alitalia hanno inviato ai sindacati per informare dell’intenzione di mettere in cassa integrazione straordinaria parte del personale:
(Avionews)
(NatBru)

-1204672
(World Aeronautical Press Agency – )

(Fonte: Avionews.com)