Aerei. Disimpegno easyJet sul Roma-Milano (2), un “passo indietro” per il territorio

Milano, Italia – Per il consigliere Mantovani, è necessario continuare ad investire su Malpensa come hub del Nord-Italia

21913

(WAPA) – La scelta di easyJet di cancellare a partire dal 28 ottobre i collegamenti aerei tra gli aeroporti di Milano-Malpensa e Roma-Fiumicino è “comprensibile” dal punto di vista industriale, ma è un “passo indietro” per il territorio: a sottolinearlo è l’imprenditore e consigliere alla Regione Lombardia Mario Mantovani che evidenzia come per gli imprenditori di Varese, Como e Novara sia adesso più difficile recarsi a Roma e tornare in giornata.
Per Mantovani è necessario continuare ad investire su Malpensa come hub del Nord Italia incrementando le rotte intercontinentali e velocizzando i collegamenti tra l’aeroporto e la stazione ferroviaria di Milano Centrale; per questo il politico chiede al Governo ed alla Regione Lombardia di impegnarsi a raggiungere tali obiettivi.
I problemi causati agli imprenditori nei loro spostamenti di lavoro sono stati evidenziati anche dal presidente dell’Unione degli industriali della provincia di Varese Riccardo Comerio. Intervistato da un quotidiano nazionale ha dichiarato che l’assenza di un volo da Malpensa per Roma significa tornare indietro “di venti anni” e la necessità di raggiungere lo scalo di Milano-Linate o di entrare nel centro del capoluogo lombardo per prendere un treno. Comerio non discute la scelta industriale di easyJet -che ha investito su Malpensa anche con nuovi collegamenti internazionali- né il lavoro svolto da Sea -la società di gestione degli scali milanesi- tuttavia chiede una “operazione di sistema” per incrementare il numero di voli intercontinentali.

Per approfondimenti vedi anche AVIONEWS 1 e 2 (Avionews)
(2017)

-1206749
(World Aeronautical Press Agency – )

(Fonte: Avionews.com)