Airbus riporta i risultati dei primi nove mesi del 2019

Tempo di lettura: 4 minuti

Airbus SE ha riportato i risultati finanziari consolidati dei primi nove mesi del 2019 e fornito la guidance per l’intero anno.

“I nostri risultati sono principalmente guidati dalle performance in commercial aircraft, che riflettono sia l’accelerazione dell’A320neo sia i progressi sull’A350″, ha dichiarato Guillaume Faury, Airbus Chief Executive Officer. “Siamo concentrati sul potenziamento dell’A320neo e sul miglioramento del flusso industriale, gestendo in particolare il livello più elevato di complessità sull’A321 ACF. I nostri numeri di consegna sui nove mesi e le previsioni di consegna aggiornate per l’anno riflettono le azioni sottostanti per garantire un delivery flow più efficiente nei prossimi anni, mentre progrediamo per raggiungere un rateo di 63 aerei al mese per la famiglia A320 nel 2021. La full-year free cash flow guidance è stata adeguata per riflettere le prospettive di consegna riviste mentre l’EBIT Adjusted target è stato mantenuto. Siamo concentrati sul rispetto degli impegni per i nostri clienti e sulla preparazione del sistema di produzione per il futuro”.

Gli ordini di aeromobili commerciali lordi sono pari a 303 (9m 2018: 311 aeromobili), inclusi 20 A330neo e 22 A350 XWB nel solo terzo trimestre, con ordini netti di 127 aeromobili (9m 2018: 256 aeromobili). Il portafoglio ordini ammontava a 7.133 aerei commerciali al 30 settembre 2019. Gli ordini netti per gli elicotteri sono pari a 173 unità (9m 2018: 230 unità), inclusi 12 H135 nel terzo trimestre. L’immissione di ordini di Airbus Defence and Space in valore è stata pari a €6,1 miliardi, con third quarter bookings supportati da importanti contratti in Space Systems.

I ricavi consolidati sono aumentati a 46,2 miliardi di euro (9m 2018: 40,4 miliardi di euro), trainati principalmente da consegne più elevate, da un mix favorevole e dallo sviluppo del tasso di cambio. Sono stati consegnati in totale 571 aeromobili commerciali (9m 2018: 503 aeromobili), compresi 33 A220, 422 A320 Family, 34 A330, 77 A350 e 5 A380. Airbus Helicopters ha consegnato 209 unità (9m 2018: 218 unità) con ricavi stabili supportati dalla crescita dei servizi. A settembre è stato consegnato il millesimo elicottero Super Puma. I maggiori ricavi di Airbus Defence and Space sono stati trainati principalmente dalle Military Aircraft activities.

Consolidated EBIT Adjusted aumentato a 4,133 miliardi di euro (9m 2018: 2,738 miliardi di euro), riflettendo principalmente le performance degli aeromobili commerciali.

EBIT Adjusted di Airbus aumentato drasticamente a 3,833 miliardi di euro (9m 2018: 2,340 miliardi di euro), in gran parte guidato dall’A320 ramp-up e dai progressi sulla performance finanziaria dell’A350, oltre ai miglioramenti dei cambi che si sono già materializzati nel primo semestre del 2019.

Sul programma A320, gli aeromobili NEO rappresentavano 338 delle 422 consegne totali. Il processo di produzione è proseguito per la versione Airbus Cabin Flex (ACF) dell’A321, che rimane impegnativa. Il programma ACF proseguirà ulteriormente nel quarto trimestre del 2019, proseguendo gli sforzi per tutto il 2020 per migliorare la maturità industriale del programma. Airbus continua inoltre a studiare diverse opzioni per aumentare la quota dell’A321 nell’attuale capacità produttiva della famiglia A320. Il processo di accelerazione dell’A330neo è continuato e ha rappresentato 26 delle 34 consegne dell’A330 in totale nel corso dei nove mesi. Airbus ha continuato a compiere buoni progressi sulla convergenza dei costi ricorrenti dell’A350 con il programma sulla buona strada per raggiungere l’obiettivo di pareggio per l’anno.

Airbus Helicopters EBIT Adjusted stabile a 205 milioni di euro (9m 2018: 202 milioni di euro), riflettendo un aumento del contributo dei servizi che è stato ridotto da un mix di consegna meno favorevole.

EBIT Adjusted per Airbus Defence and Space pari a 355 milioni di euro (9m 2018: 409 milioni di euro), riflettendo principalmente gli sforzi a supporto delle campagne in corso e future. L’obiettivo della divisione è il miglioramento delle performance in tutte le sue attività.

Sono stati consegnati dieci A400M military transport aircraft, portando la flotta in servizio a 84 aerei al 30 settembre 2019. Durante il terzo trimestre sono state raggiunte diverse pietre miliari chiave per la piena capacità del velivolo, incluso il lancio riuscito di 58 paracadutisti attraverso un’unica porta laterale e di 80 contemporaneamente da entrambe le porte laterali e contatti di rifornimento in volo con un elicottero H225M. Airbus continuerà con le attività di sviluppo per raggiungere la revised capability roadmap. Le attività di retrofit stanno procedendo in linea con il piano concordato con il cliente. Restano sfide, in particolare per quanto riguarda le esportazioni.

Consolidated EBIT (reported) aumentato a 3,431 miliardi di euro (9m 2018: 2,683 miliardi di euro), inclusi gli adeguamenti per un totale di -702 milioni di euro.

Consolidated reported earnings per share di 2,81 euro (9m 2018: 1,88 euro). Il risultato finanziario è stato di -233 milioni di euro (9m 2018: -413 milioni di euro).

Consolidated free cash flow before M&A and customer financing di -4,937 miliardi di euro (9m 2018: -4,169 miliardi di euro), che riflettono principalmente l’accumulo di capitale circolante per supportare le consegne future, compresi gli aeromobili in fase avanzata prossimi alla consegna.

In risposta agli sviluppi della controversia con il WTO, l’United States Trade Representative (USTR) ha deciso di imporre tariffe sugli aeromobili commerciali Airbus importati dall’UE negli Stati Uniti dal 18 ottobre 2019. Le tariffe, come annunciato, non includono i componenti consegnati a Mobile, USA, dall’Europa. Airbus sta lavorando con i suoi clienti statunitensi per gestire le conseguenze di queste tariffe. La potenziale decisione dell’UE di imporre tariffe sui prodotti statunitensi dovrebbe arrivare in una fase successiva. Airbus continua a sostenere un risultato attraverso una soluzione negoziata.

Come base per la sua guidance per il 2019, la Società prevede che l’economia mondiale e il traffico aereo crescano in linea con le previsioni indipendenti prevalenti, che non presuppongono gravi interruzioni. Airbus ora punta a circa 860 consegne di aeromobili commerciali nel 2019, il che riflette il programma di consegna aggiornato. Su tale base, Airbus mantiene il previsto aumento dell’ EBIT Adjusted di circa +15% rispetto al 2018. Airbus ora prevede Free Cash Flow before M&A and Customer Financing per circa 3 miliardi di euro.

(Ufficio Stampa Airbus)

L’articolo Airbus riporta i risultati dei primi nove mesi del 2019 proviene da MD80.it.


(Fonte: md80.it)