American Airlines: la messa a terra della flotta 737 MAX inciderà per circa 0 milioniTempo di lettura: 3 minuti

American Airlines Group Inc. ha riportato oggi i risultati del primo trimestre 2019. Pre-tax profit pari a $ 245 milioni ($ 238 milioni nel 1Q18), $ 314 milioni excluding net special items ($ 463 milioni nel 1Q18). First-quarter net profit che si attesta a $ 185 milioni ($ 159 milioni nel 1Q18), $ 237 milioni excluding net special items ($ 353 milioni nel 1Q18).

First-quarter earnings pari a $ 0,41 per diluted share ($ 0,34 nello stesso periodo dello scorso anno), $ 0,52 per diluted share excluding net special items ($ 0,74 lo scorso anno).

La compagnia ha riportato un fatturato record nel primo trimestre pari a $ 10,6 miliardi. Restituiti $ 646 milioni agli azionisti sotto forma di dividendi e riacquisto di azioni nel primo trimestre

“Vogliamo ringraziare i nostri 130.000 membri del team per il lavoro eccezionale svolto per prendersi cura dei nostri clienti, nonostante le difficoltà con la nostra flotta durante il trimestre. Il loro duro lavoro ha portato American a registrare performance di fatturato in condizioni operative difficili”, ha dichiarato il presidente e CEO Doug Parker.

“Mentre progrediamo verso l’impegnativo periodo dei viaggi estivi, la domanda per il nostro prodotto rimane forte. Tuttavia, le nostre previsioni riguardo i guadagni a breve termine sono influenzate dalla messa a terra della nostra flotta Boeing 737 MAX, che abbiamo rimosso dai voli schedulati fino al 19 agosto. Stimiamo che la messa a terra del 737 MAX influirà sui 2019 pre-tax earnings per circa $ 350 milioni. Con il recente aumento dei prezzi del petrolio, ci si aspetta anche che le spese per il carburante per l’anno siano di circa $ 650 milioni superiori rispetto a quanto previsto solo tre mesi fa. Anche con queste sfide, ci aspettiamo che i nostri 2019 earnings per diluted share excluding net special items crescano di circa il 10% rispetto al 2018”, ha proseguito Parker. “Mentre guardiamo al 2020 e oltre, prevediamo che la nostra free cash flow production aumenterà in modo significativo con la fine del nostro storico programma di sostituzione della flotta. Siamo molto ottimisti sul nostro futuro e concentrati sulla creazione di valore per i nostri azionisti”.

La forte domanda passeggeri ha registrato un aumento dell’1,8% su base annua nel primo trimestre del 2019, con load factor record per il primo trimestre pari all’82,2%.

Il 7 marzo la compagnia ha annunciato la rimozione non pianificata di 14 737-800 dal servizio per lavori di risanamento a seguito dell’installazione di nuovi interni. Ciò ha comportato la cancellazione di circa 940 voli nel primo trimestre. Il lavoro su questi aeromobili è stato completato e tutti gli aeromobili sono stati rimessi in servizio. Inoltre, il 13 marzo la Federal Aviation Administration (FAA) ha messo a terra tutti gli aeromobili 737 MAX registrati negli Stati Uniti. Attualmente la flotta American comprende 24 737 MAX 8, con ulteriori 76 aerei in ordine. Di conseguenza, American ha cancellato circa 1.200 voli nel primo trimestre. In totale, la compagnia stima che questi aerei a terra e le cancellazioni dei voli associati abbiano inciso sul first quarter pre-tax income per circa $ 80 milioni.

La compagnia ha rimosso tutti i 737 MAX dal suo flight schedule fino al 19 agosto, cancellando circa 115 voli al giorno. Questi voli rappresentano circa il 2% della capacità totale di American ogni giorno quest’estate. Sebbene questi velivoli rappresentino una piccola parte della flotta totale della compagnia, l’impatto finanziario è sproporzionato poiché la maggior parte delle entrate derivanti dalle cancellazioni viene persa, mentre la maggior parte dei costi rimane in essere. In totale, la compagnia si aspetta che le cancellazioni 737 MAX, che si presumono estendersi fino al 19 agosto, incidano sui 2019 pre-tax earnings per circa $ 350 milioni.

American prevede che il second-quarter 2019 pre-tax margin excluding net special items sia compreso tra il 7% e il 9%. Sulla base delle indicazioni di oggi, American ora si aspetta 2019 diluted earnings per share excluding net special items compresi tra $ 4,00 e $ 6,002.

Inoltre, la compagnia ha comunicato che per l’ottava volta American Airlines AAdvantage è stato nominato Best Elite Program for the Americas ai Freddie Awards, uno degli onori più prestigiosi per i programmi di fidelizzazione nel settore dei viaggi. “AAdvantage è orgoglioso di vincere il Best Elite Program for the Americas ai Freddies e siamo grati a tutti i nostri fedeli membri che hanno votato per noi”, ha detto Bridget Blaise-Shamai, President of the AAdvantage program and Vice President of Customer Loyalty and Insights for American.

(Ufficio Stampa American Airlines – Photo Credits: American Airlines)

L’articolo American Airlines: la messa a terra della flotta 737 MAX inciderà per circa $ 350 milioni proviene da MD80.it.


(Fonte: md80.it)