Boeing riporta i risultati del secondo trimestre 2019Tempo di lettura: 3 minuti

The Boeing Company ha registrato un fatturato del secondo trimestre pari a $ 15,8 miliardi, una perdita per azione GAAP pari a ($ 5,21) e una perdita per azione core (non-GAAP) pari a ($ 5,82), riflettendo l’addebito precedentemente annunciato relativo al 737 MAX (che ha ridotto il fatturato di $ 5,6 miliardi e gli utili di $ 8,74 per azione) nonché le minori consegne dei 737, parzialmente compensate da maggiori volumi di Defense and Services.

La Financial Guidance 2019 precedentemente pubblicata non riflette gli impatti del 737 MAX. A causa dell’incertezza delle tempistiche e delle condizioni relative al rientro in servizio della flotta 737 MAX, verrà emessa una nuova guidance in data futura. Boeing sta lavorando in stretta collaborazione con la FAA sul processo stabilito per certificare l’update software del 737 MAX e per far rientrare in servizio il MAX in sicurezza. Si stanno svolgendo test disciplinati e il costruttore presenterà il pacchetto software finale alla FAA una volta soddisfatti tutti i requisiti di certificazione. Le autorità regolatorie determineranno il processo per la certificazione del software MAX e gli aggiornamenti della formazione, nonché i tempi per la revoca dell’ordine di messa a terra.

“Questo è un momento cruciale per Boeing e rimaniamo concentrati sui nostri valori quali sicurezza, qualità e integrità in tutto ciò che facciamo, mentre lavoriamo alacremente per far tornare il 737 MAX in servizio in piena sicurezza”, ha dichiarato Dennis Muilenburg, Boeing Chairman, President and Chief Executive Officer. “In momenti così impegnativi, i team della nostra azienda continuano a lavorare ad alto livello, mantenendo gli impegni e cogliendo nuove opportunità, guidati da solidi fondamentali a lungo termine”.

Il flusso di cassa operativo è stato pari a ($ 0,6) miliardi nel trimestre, principalmente per il calo nelle consegne e del tasso di produzione dei 737, nonché dei tempi di incasso e spesa. Nel corso del trimestre la società ha pagato dividendi per $ 1,2 miliardi, riflettendo un aumento del 20% dei dividendi rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Il portafoglio ordini totale della società alla fine del trimestre è rimasto robusto, pari a $ 474 miliardi, compresi ordini netti per $ 9 miliardi.

Commercial Airplanes

Il fatturato del secondo trimestre di Commercial Airplanes è stato pari a $ 4,7 miliardi, che riflettono l’addebito precedentemente annunciato per il 737 MAX e le minori consegne dei 737, parzialmente compensate dal mix favorevole. Il margine operativo del secondo trimestre è stato del (104,7)%, riflettendo l’addebito precedentemente annunciato per il 737 MAX e le minori consegne dei 737, parzialmente compensate da un margine maggiore sul programma 787.

Durante il trimestre, Commercial Airplanes ha consegnato 90 velivoli, inclusi 42 787, e ottenuto ordini per due 777 per DHL e sei 767 per FedEx. Le notizie più rilevanti emerse dal Paris Air Show includono una lettera di intenti da parte di IAG per 200 velivoli 737 MAX, nonché impegni per numerosi velivoli widebody. Il programma 777X procede al meglio nella fase di test pre-volo. L’azienda mantiene l’obiettivo di poter effettuare la prima consegna del 777X nel tardo 2020, ma c’è un rischio significativo riguardante questa previsione date le engine challenges, che stanno ritardando il primo volo fino all’inizio del 2020.

Il portafoglio ordini di Commercial Airplanes è tuttora robusto, con oltre 5.500 velivoli per un valore di $ 390 miliardi di dollari.

Defense, Space & Security

Il fatturato del secondo trimestre di Defense, Space & Security è aumentato a $ 6,6 miliardi, principalmente grazie a maggiori volumi di velivoli, satelliti e armi. Il margine operativo del secondo trimestre è aumentato al 14,7%, riflettendo principalmente una plusvalenza dalla vendita di immobili, un aumento del costo sul programma KC-46 Tanker minore rispetto a quello del secondo trimestre del 2018.

Il portafoglio ordini di Defense, Space & Security è stato pari a $ 64 miliardi, il 31% dei quali rappresentano ordini da clienti al di fuori degli Stati Uniti.

Global Services

Il fatturato del secondo trimestre di Global Services è aumentato a $ 4,5 miliardi, principalmente grazie all’Acquisizione di Boeing Distribution Services, Inc. (ex KLX) e dal maggior volume di servizi governativi internazionali. Il margine operativo del secondo trimestre è rimasto relativamente stabile al 15,1%.

Outlook

La Financial Guidance 2019 precedentemente pubblicata non riflette gli impatti del 737 MAX. A causa dell’incertezza relativa alle tempistiche e alle condizioni relative al rientro in servizio della flotta dei 737 MAX, verrà emessa una nuova Guidance in data futura.

(Ufficio Stampa Boeing)

L’articolo Boeing riporta i risultati del secondo trimestre 2019 proviene da MD80.it.


(Fonte: md80.it)