Boeing ha consegnato il core stage del primo Space Launch System (SLS) deep space exploration rocket della NASA, spostandolo dalla NASA Michoud Assembly Facility a New Orleans.

L’evento segna la prima volta che un rocket stage completo viene spedito da Michoud dalla fine del programma Apollo. SLS Core Stage 1 è il più grande single rocket stage mai costruito dalla NASA e dai suoi partner del settore.

L’implementazione segue diverse settimane di test finali e check-out dopo la dichiarazione della NASA “core stage complete” il 9 dicembre a Michoud.

La NASA trasporterà l’SLS core stage al suo Stennis Space Center a Bay St. Louis, Mississippi, nei prossimi giorni per i “Green Run” hot-fire engine tests entro la fine dell’anno. Dopo l’ispezione e il refurbishment per il lancio, lo stage si sposterà al Kennedy Space Center in Florida. Qui, il core stage sarà integrato con l’Interim Cryogenic Upper Stage (ICPS) e la NASA Orion spacecraft, per la uncrewed Artemis I mission intorno alla luna, il primo lancio di un human-rated spacecraft sulla Luna dall’Apollo 17 nel 1972.

“Il team Boeing SLS ha lavorato fianco a fianco con la NASA e i nostri partner fornitori per affrontare molteplici sfide con ingegnosità e perseveranza, mantenendo la sicurezza e la qualità all’avanguardia”, ha dichiarato John Shannon, Boeing SLS vice president and program manager.

SLS è il razzo più potente del mondo, evolvibile e costruito per trasportare astronauti e merci più lontano e più velocemente di qualsiasi altro razzo nella storia. Le sue capacità permetteranno missioni scientifiche sulla Luna, su Marte e oltre, nell’ambito del programma Artemis della NASA.

“Stiamo applicando ciò che abbiamo appreso dallo sviluppo del primo core stage per accelerare il lavoro sui core stage 2 e 3, già in produzione a Michoud, nonché sull’Exploration Upper Stage che alimenterà le missioni Artemis più ambiziose della NASA”, ha affermato Shannon.

(Ufficio Stampa Boeing)

L’articolo Boeing: Roll-Out del primo Space Launch System Core Stage proviene da MD80.it.


MD80.it
(Fonte: md80.it)