Diversi players dell’industria collaborano per il primo “Perfect Flight” in SveziaTempo di lettura: 2 minuti

Diverse società di tutto il settore dell’aviazione hanno raccolto la sfida di trasformare un tipico servizio dall’Halmstad City airport (HAD/ESMT) allo Stockholm Bromma airport (BMA/ESSB) nel “Perfect Flight”.

Questa è la prima volta che ogni elemento del processo di gestione su un volo regionale è stato ottimizzato per ridurre al minimo le emissioni di carbonio e raggiungere il “Perfect Flight” – in Svezia, un paese che punta al carbon neutral entro il 2045. Settantadue passeggeri, compresi i media internazionali, erano a bordo del Braathens Regional Airlines ATR 72-600 turboprop, che ha impiegato un’ora per raggiungere la sua destinazione.

Secondo ATR, l’ATR 72-600 ha un vantaggio ambientale, in quanto produce il 40% in meno di emissioni di carbonio per viaggio rispetto ai regional jet, risparmiando 4.000 tonnellate di emissioni di carbonio per aeromobile all’anno. Gli ATR possono anche decollare e atterrare dove altri velivoli non sono in grado di garantire l’accessibilità, compresi gli aeroporti più impegnativi. Questo aiuta a connettere più comunità e offre più opportunità per le persone, ovunque vivano.

L’elettrificazione degli aeromobili commerciali nei prossimi decenni, i progressi nell’efficienza degli aeromobili e l’uso di carburante per l’aviazione sostenibile giocheranno probabilmente un ruolo significativo nel sostenere il settore per raggiungere il suo ambizioso obiettivo di ridurre le emissioni di carbonio alla metà dei livelli del 2005 entro il 2050.

The Perfect Flight era alimentato da un carburante per aviazione sostenibile fornito da Air BP e prodotto da Neste. Il carburante fornito produce fino all’80% in meno di emissioni nel corso del suo ciclo di vita rispetto al tradizionale jet fuel ed è prodotto da non-palm renewable and sustainable raw materials. Inoltre, le operazioni di Air BP nell’aeroporto di Halmstad City sono una delle oltre 250 sedi che sono state certificate come carbon neutral dal 2016.

Dopo il volo, all’aeroporto di Stoccolma Bromma si è svolto un seminario sull’aviazione responsabile in cui l’equipaggio ha condiviso i risultati di come è stato raggiunto il “Volo perfetto”. Una schiera di esperti ha condiviso le loro opinioni, tra cui Peter Larsson – CEO of Sweden Regional Airports, Jonas Bergman – Mayor of Halmstad, Tom Anderson – ATR Senior Vice President, Programs and Customer Services, Anna Soltorp – Head of Sustainability, BRA, Tom Parsons, Air BP Commercial Development Manager, Low Carbon e Andreas Teir, Neste’s Vice President in Renewable Transportation, Nordics.

Tom Anderson ha dichiarato: “Oggi, utilizzando la tecnologia esistente e le soluzioni disponibili, abbiamo ulteriormente spinto i limiti. Questo straordinario risultato non sarebbe stato possibile senza l’utilizzo di un velivolo ATR, poiché la nostra versione ATR 72-600 utilizza il 40% in meno di carburante ed emette il 40% in meno di CO2 rispetto a un jet regionale. Siamo lieti di aver raccolto questa sfida e dimostrare ciò che è possibile, che si spera possa essere un esempio per altre comunità in tutto il mondo”.

(Ufficio Stampa ATR – Photo Credits: ATR)

L’articolo Diversi players dell’industria collaborano per il primo “Perfect Flight” in Svezia proviene da MD80.it.


(Fonte: md80.it)