ENAC presenta il Piano Quinquennale della Ricerca 2018-2022 a favore dello sviluppo e dell’innovazione del settoreTempo di lettura: 3 minuti

Ieri, 19 settembre, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile ha presentato, presso la propria Direzione Generale a Roma, il Piano Quinquennale della Ricerca ENAC 2018-2022 e il relativo Piano Operativo 2019, unitamente alla più recente iniziativa di un Contest tecnologico dedicato a Giuseppe Daniele Carrabba.

All’evento, che ha visto un’ampia partecipazione, hanno preso parte i membri del Consiglio di Amministrazione ENAC, rappresentanti delle istituzioni, del mondo accademico, dell’industria di settore, delle società di gestione aeroportuale.

L’evento si è aperto con i saluti del Presidente dell’ENAC, Nicola Zaccheo, che ha sottolineato la propensione dell’Ente a sostenere lo sviluppo e l’innovazione a favore del mondo aeronautico, impegnandosi in maniera attiva per contribuire ad una mobilità sempre più attenta alle tematiche ambientali. “Fare ricerca – ha evidenziato il Presidente Zaccheo – è un progetto virtuoso complementare alla mission ENAC, intesa a garantire la sicurezza aeronautica, l’equa competitività e il rispetto per l’ambiente e per questo motivo l’obiettivo è quello di aumentare le risorse destinate alle attività di ricerca e sviluppo”.

Il Presidente ha inoltre richiamato il contest E-Tech G.D. Carrabba (ENAC Technology Contest) denominato “Idee tra terra e cielo. Droni: le nuove frontiere dell’innovazione tecnologica per lo sviluppo di moderni concetti di servizio” istituito dall’ENAC in ricordo dell’Ing. Giuseppe Daniele Carrabba, prematuramente scomparso lo scorso anno, che nel corso della sua attività lavorativa ha rappresentato un significativo punto di riferimento quale promotore dell’innovazione tecnologica nel settore.

Il Vice Direttore Generale, Alessandro Cardi, ha presentato il Piano Quinquennale della Ricerca ENAC 2018-2022 illustrandone le aree tematiche entro le quali sono stati individuati i progetti specifici, i relativi finanziamenti, e le modalità operative.

Il Piano prevede le seguenti aree di ricerca:
– Safety
– Ambiente
– Infrastrutture aeroportuali
– Regolazione economica
– Tecnologie emergenti
– Azioni trasversali

Sono state evidenziate, nello specifico, la coerenza delle attività di ricerca previste dal Piano con la mission dell’Ente e le azioni strategiche adottate dal Consiglio di Amministrazione.

Il Piano della ricerca ENAC si inserisce coerentemente nel Piano Nazionale della Ricerca e con le analoghe iniziative europee, in particolare con le attività di ricerca dell’EASA.

Il Direttore della Direzione Regolazione Navigabilità, Carmela Tripaldi, ha presentato nel dettaglio il contest lanciato dall’ENAC, E-TeC G.D. Carrabba (ENAC Technology Contest) “Idee tra terra e cielo. Droni: le nuove frontiere dell’innovazione tecnologica per lo sviluppo di moderni concetti di servizio”.

L’iniziativa è promossa dall’ENAC per valorizzare le attività di ricerca universitaria e per supportare i giovani studenti/laureati/dottorandi/dottori di ricerca con indirizzo STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics).

Con questo contest, l’Ente offre loro la possibilità di ideare e realizzare soluzioni progettuali a vocazione imprenditoriale per lo sviluppo di nuovi concetti di servizio basati sull’impiego dei sistemi UAS (Unmanned Aircraft System) nei seguenti ambiti: Smart city, Urban mobility e/o delivery, Monitoraggio e manutenzione, Logistica, Ricerca e Soccorso, Sanitario, Pubblica utilità, Telecomunicazioni, Aerospaziale.

Tale progetto in ricordo dell’Ing. Carrabba è stato ideato con lo scopo di durare nel tempo, lanciando ogni anno nuovi e diversi temi sui quali i giovani dovranno focalizzare la loro attività di ricerca a favore del progresso del mondo aeronautico. Al termine delle presentazioni si è tenuto un dibattito con tutti gli intervenuti che hanno evidenziato le potenzialità per il mondo accademico e il mondo dell’industria di sviluppare importanti sinergie a beneficio del sistema Paese.

(Ufficio Stampa ENAC)

L’articolo ENAC presenta il Piano Quinquennale della Ricerca 2018-2022 a favore dello sviluppo e dell’innovazione del settore proviene da MD80.it.


(Fonte: md80.it)