Funivia Marmolada, riapre la stagione con un ricco calendario di attività

Funivie Marmolada annuncia l’avvio della stagione invernale 2018-2019 da mercoledì 12 dicembre e fino al 14 aprile con un calendario ricco di eventi per gli sportivi e per gli appassionati della montagna alla ricerca del relax e del contatto con la natura.  Con una ripresa a tempo di record dai disagi provocati dall’ondata di maltempo e conseguenti eventi calamitosi dello scorso mese, la regina delle Dolomiti è pronta ad accogliere con entusiasmo tutti i suoi ospiti sia con le sue piste da sci, che si snodano senza eguali tra le montagne patrimonio dell’Unesco, che con una serie di esperienze indimenticabili: come assistere al sorgere del sole sul ghiacciaio o salire con la funivia al museo più alto d’Europa dove entrare anche con gli scarponi da sci ai piedi per scoprire, grazie anche  a coinvolgenti visite guidate gratuite, che cos’ha significato combattere la Grande Guerra a 3.000 metri. Oppure andare fino al ghiacciaio con i due ascensori panoramici in vetro e acciaio che sono stati inaugurati in occasione dei 50 anni di Funivie Marmolada. Per gli amanti della buona cucina di montagna la funivia della Marmolada, che in soli 12 minuti porta da Malga Ciapela (1.450 m) a Punta Rocca (3.265 m), offre presso la sua seconda stazione intermedia, a Serauta (2.950 m), un’esperienza di gusto unica in alta quota al ristorante self-service dalle grandi vetrate che dominano le Dolomiti. Molti gli eventi in programma:  Albe della Regina (28 dicembre, 4-11-18-25 gennaio 2019); Quattro chiacchiere a Carnevale (dal 28 febbraio al 5 marzo 2019); Ski&Wine (24 marzo 2019 a Serauta); Marmolada a tutta (14 aprile 2019): chiusura di stagione in bellezza con la spettacolare discesa libera con ramponcini e ciaspole sulla mitica pista “la Bellunese”, la più lunga del comprensorio Dolomiti Superski. Le Funivie Marmolada regalano per ogni stagione una prospettiva di osservazione diversa attraverso i vetri delle cabinovie e degli avveniristici ascensori a quota 3.265m a Punta Rocca che consentono a tutti i visitatori, anche disabili, di scendere dal piano d’imbarco direttamente sul ghiacciaio… perché questo versante delle Dolomiti bellunesi è un patrimonio Unesco accessibile a tutti, un’opportunità ristoratrice e divertente per le esigenze più diverse.

Naviganti.org