LUFTHANSA GROUP: RISULTATI FINANZIARI MOLTO POSITIVI NEL 2018, NONOSTANTE L’ AUMENTO DEI COSTITempo di lettura: 6 minuti

“Il 2018 è stato un altro anno di successi per Lufthansa Group in termini finanziari”, afferma Carsten Spohr, Chairman of the Executive Board & CEO of Deutsche Lufthansa AG. “Abbiamo generato il secondo miglior risultato nella storia della nostra azienda. Questo è un grande risultato del lavoro di squadra di tutte le 135.000 persone che costituiscono la nostra forza lavoro di gruppo”.

I ricavi totali del Gruppo per il 2018 sono aumentati del 6% rispetto all’anno precedente. Appesantiti dalla prima applicazione del principio contabile IFRS 15, i ricavi totali sono aumentati dell’1% rispetto al 2017, a EUR 35,8 miliardi. L’Adjusted EBIT per l’anno di circa 2,8 miliardi di euro è stato solo leggermente inferiore ai 3,0 miliardi di euro registrati l’anno precedente, nonostante un aumento di circa 850 milioni di euro in costi del carburante e 518 milioni di euro di spese sostenute per ritardi e cancellazioni (sostanziale 70% in più dai 304 milioni di euro dell’anno precedente). Inoltre, il risultato di Eurowings è stato gravato da circa 170 milioni di costi una tantum relativi all’integrazione di parti della flotta ex Air Berlin. L’Adjusted EBIT margin è stato pari al 7,9% (anno precedente: 8,3%). Il risultato netto del Gruppo per l’anno è leggermente diminuito a 2,2 miliardi di euro (anno precedente: 2,3 miliardi di euro).

L’Adjusted EBIT è stato influenzato da un cambiamento nella contabilità delle engine overhauls, che ha incrementato l’Adjusted EBIT per il 2018 di 122 milioni e decrementato l’Adjusted EBIT per il 2017 di 4 milioni. Senza questa modifica contabile, l’Adjusted EBIT per il 2018 sarebbe stato pari a 2,7 miliardi di euro.

Le unit revenues adjusted per la prima applicazione dell’IFRS 15 e gli effetti valutari sono diminuite dello 0,5% per il 2018, a causa dei minori ricavi unitari di Eurowings. I ricavi unitari sono leggermente superiori al livello dell’anno precedente presso le Network Airlines del Gruppo, dove i maggiori ricavi unitari sulle rotte a lungo raggio (oltre il Nord Atlantico e da e verso l’Asia) hanno compensato i minori ricavi unitari a breve raggio, in particolare nella seconda metà dell’anno.

La crescita redditizia e la riduzione dei costi hanno sostenuto le tendenze degli utili. Gli unit costs adjusted per fuel price and currency movements sono diminuiti dell’1,7% rispetto al loro livello del 2017 (o dell’1,2% in meno escludendo il cambiamento nella contabilità delle revisioni motori). Le Network Airlines hanno apportato un contributo superiore alla media per la riduzione complessiva dei costi unitari.

“Continuiamo a lavorare per ridurre ulteriormente i nostri costi unitari di anno in anno”, conferma Ulrik Svensson, Chief Financial Officer di Deutsche Lufthansa AG. “Siamo riusciti a farlo nel 2018 per il terzo anno consecutivo. Siamo ben attrezzati per investire in una crescita redditizia e allo stesso tempo migliorare ulteriormente la nostra efficienza in termini di costi anche in futuro”.

Lufthansa Group ha investito 3,8 miliardi di euro nel 2018, gran parte dei quali in nuovi velivoli più efficienti in termini di costi e consumi. La flotta di aeromobili totale del Gruppo è cresciuta di 35 aerei e conta 763 aerei alla fine dell’anno. “Per i nostri clienti, vogliamo essere il miglior gruppo di compagnie aeree in Europa”, spiega Carsten Spohr. “Allo stesso tempo, siamo pienamente consapevoli di mantenere un attività commerciale sostenibile. Questo è il motivo per cui continuiamo a investire in aeromobili avanzati, silenziosi e a basso consumo di carburante. I 40 velivoli a lungo raggio all’avanguardia che abbiamo ordinato ieri sostituiranno gli aerei a quattro motori meno efficienti della nostra flotta. Di conseguenza, avremo completamente modernizzato la nostra intera flotta a lungo raggio entro la metà del 2020”. Il risparmio di carburante da solo ammonterà a 500.000 tonnellate all’anno, pari a 1,5 milioni di tonnellate di minori emissioni di anidride carbonica.

Lufthansa Group è in grado di effettuare tali investimenti a causa del bilancio costantemente forte. L’indebitamento finanziario netto è aumentato del 21% nel 2018 a circa 3,5 miliardi di euro (anno precedente: 2,9 miliardi di euro). Tuttavia, il debit ratio di 1,8 (anno precedente: 1,5) è rimasto ben al di sotto del target massimo per il Gruppo di 3,5.

Le Network Airlines del Gruppo – Lufthansa, SWISS e Austrian Airlines – hanno conseguito un aggregate Adjusted EBIT per il 2018 di 2,4 miliardi di euro, un ulteriore aumento del 6% rispetto ai 2,3 miliardi di euro registrati dell’anno precedente. L’Adjusted EBIT margin è stato pari al 10,7% (anno precedente: 9,8%), con un miglioramento di 0,9 punti percentuali. I ricavi unitari dell’anno sono aumentati dello 0,3%, principalmente a causa dell’aumento delle operazioni a lungo raggio. I costi unitari (aggiustati per le influenze del carburante e valuta ed escludendo l’impatto del cambio di contabilità) sono diminuiti dell’1,7%.

Austrian Airlines ha generato un Adjusted EBIT di 83 milioni di euro nell’esercizio 2018, con un calo dell’11% rispetto al livello dell’anno precedente. Tuttavia, Austrian Airlines è riuscita ancora una volta a stabilire un nuovo record per i passeggeri. La compagnia aerea ha trasportato 13,9 milioni di passeggeri, in crescita dell’8% su base annua. I ricavi sono saliti a 2,2 miliardi di euro. “Siamo soddisfatti del nuovo massimo storico del volume di passeggeri. Nonostante la concorrenza dei vettori low cost, un numero crescente di persone decide di volare con Austrian Airlines. Tuttavia, sentiamo l’impatto della concorrenza sul lato dei guadagni. Inoltre, i prezzi elevati dei carburanti gravano sui risultati di business”, commenta il CFO Wolfgang Jani. Austrian Airlines anticipa un 2019 debole a causa della forte concorrenza dei vettori low cost all’aeroporto di Vienna e dei futuri investimenti. “La strategia #DriveTo25 che abbiamo presentato ci darà la spinta necessaria per permetterci di fare gli investimenti necessari”, afferma il CEO di Austrian Airlines Alexis von Hoensbroech. “Tuttavia, la strategia comporta anche contemporaneamente misure di ristrutturazione e investimenti. Questo sarà accompagnato da un’intensificata competizione a Vienna. Per questo motivo, prevediamo un 2019 più debole”. Come annunciato nel gennaio 2019, Austrian Airlines prevede di potenziare la sua flotta a medio raggio con dieci aerei aggiuntivi entro il 2021.

Swiss International Air Lines (SWISS) ha aumentato i suoi ricavi totali del 7% nel 2018, da CHF 4,95 miliardi dell’anno precedente a CHF 5,30 miliardi. Una forte performance di vendita è stata determinante nell’aumento. Nel 2018, SWISS ha trasportato poco meno di 18 milioni di passeggeri, stabilendo nuovi massimi in termini di volume di entrate e di passeggeri. I risultati record sono anche attribuibili all’uso di velivoli avanzati ed efficienti: SWISS ha messo in servizio altri due Boeing 777-300ER e altri 13 aeromobili C Series nel corso dell’anno. Di conseguenza, SWISS ha anche conseguito un notevole aumento del suo utile operativo: l’Adjusted EBIT ammonta a CHF 636 milioni, un miglioramento del 16% (2017: CHF 548 milioni), il suo miglior risultato dalla fondazione della società nel 2002. “Sono molto orgoglioso del nostro intero team SWISS”, afferma il CEO Thomas Klühr. “E sono lieto che abbiamo registrato il più alto profitto operativo nella storia della nostra azienda”. SWISS continuerà a beneficiare della sua flotta di velivoli avanzati. L’impatto positivo sarà ancora più forte dall’estate in poi, una volta che tutti e trenta gli aerei C Series saranno consegnati e in servizio. Allo stesso tempo, tuttavia, si prevede un aumento dei costi a seguito dei preparativi per l’arrivo di altri due Boeing 777-300ER e del primo Airbus A320neo. SWISS cerca tuttavia di ottenere un double-digit Adjusted EBIT margin per l’anno.

Le entrate di Eurowings nel 2018 hanno rispecchiato il salto di crescita che la compagnia aerea ha attraversato attraverso l’integrazione di ampie parti della flotta precedente di Air Berlin e sono state gravate in particolare da circa 170 milioni di euro in costi associati non ricorrenti. L’integrazione è stata completata entro la fine del terzo trimestre. L’Adjusted EBIT dell’esercizio è sceso a -231 milioni di euro (anno precedente: 60 milioni di euro) e l’Adjusted EBIT margin è sceso a -5,5%, in calo di 7,0 punti percentuali (anno precedente: 1,5%). I ricavi unitari sono diminuiti del 2,9% rispetto al 2017, in gran parte grazie alla base di confronto dell’anno precedente. I costi unitari (aggiustati per il carburante e le influenze valutarie e escludendo l’impatto del cambio contabile) sono stati dell’1,9% superiori al livello dell’anno precedente. Escludendo la spesa di integrazione non ricorrente, tuttavia, tali costi unitari sono stati inferiori del 2,9% rispetto al livello del 2017.

I settori logistica, servizi tecnici e ristorazione del Gruppo hanno tutti raccolto i loro guadagni per l’anno. Lufthansa Cargo ha aumentato il suo Adjusted EBIT record registrato del 2017 di un ulteriore 2%, a 268 milioni di euro (anno precedente: 263 milioni di euro).

Anche l’Adjusted EBIT di Lufthansa Technik è cresciuto del 2%, a 425 milioni di euro (anno precedente: 415 milioni di euro).

L’attività di catering LSG Group ha conseguito un Adjusted EBIT per il 2018 di 115 milioni di euro (anno precedente: 66 milioni di euro), con un aumento del 74% rispetto all’anno precedente.

Lufthansa Group si concentrerà nel 2019 sul raggiungimento di una crescita di qualità sostenibile. Pertanto, il Gruppo sta ulteriormente riducendo la crescita della capacità delle sue compagnie aeree per l’estate prossima all’1,9%. Nonostante ciò, il Gruppo prevede di registrare una crescita mid-single-digit del fatturato annuale.

Le riduzioni dei costi contribuiranno in misura considerevole a compensare i 650 milioni di euro di costi aggiuntivi che dovrebbero essere sostenuti dalle compagnie aeree a causa dei maggiori costi del carburante. Complessivamente, il Gruppo prevede di registrare un Adjusted EBIT margin per l’anno compreso tra il 6,5 e l’8,0%. Eurowings dovrebbe raggiungere un Adjusted EBIT in pareggio, che sarebbe un miglioramento sostanziale sul suo risultato degli utili 2018.

(Ufficio Stampa Deutsche Lufthansa AG – Austrian Airlines – Swiss International Air Lines – Photo Credits: Deutshce Lufthansa AG)

L’articolo LUFTHANSA GROUP: RISULTATI FINANZIARI MOLTO POSITIVI NEL 2018, NONOSTANTE L’ AUMENTO DEI COSTI proviene da MD80.it.


(Fonte: md80.it)