News Brevi – 08.08.2019Tempo di lettura: 5 minuti

RYANAIR: EMISSIONI DI CO2 NEL MESE DI LUGLIO PARI A 67 G PER PASSEGGERO/KM – Oggi Ryanair ha pubblicato le statistiche per il mese di luglio sulle emissioni di CO2, che evidenziano una media di 67 g di CO2 per passeggero/km. Le emissioni di CO2 di Ryanair per pax/km sono state ridotte da 82 g a 67 g nell’ultimo decennio. Kenny Jacobs di Ryanair ha dichiarato: “Le nostre emissioni di CO2 per passeggero/km a luglio 2019 sono di 67 g e ci impegniamo a ridurle di un ulteriore 10%, a meno di 60 g per pax/km entro il 2030. Come parte dell’impegno ambientale di Ryanair, stiamo investendo oltre 20 miliardi di dollari in una flotta di 210 nuovi aeromobili Boeing 737, che saranno in grado di trasportare il 4% in più di passeggeri ma ridurranno il consumo di combustibile del 16% e ridurranno le emissioni di rumore del 40%”.

SAS: PASSEGGERI IN AUMENTO A LUGLIO – Nel mese di luglio, oltre 2,8 milioni di passeggeri hanno viaggiato con SAS, un numero record per luglio e in leggero aumento rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. Allo stesso tempo, SAS ha registrato un significativo miglioramento delle performance operative e uno sviluppo favorevole del rendimento. Il traffico di SAS ha avuto uno sviluppo positivo nel mese, durante il quale la scheduled capacity è aumentata di oltre il 2% e il numero di passeggeri è aumentato dello 0,2%. “Siamo lieti che il numero di passeggeri che hanno scelto di viaggiare con SAS sia a livelli record per il mese di luglio. Dimostra che la nostra strategia di spostamento della capacità verso leisure-oriented routes durante l’alta stagione ci sta portando nella giusta direzione e che abbiamo un’offerta competitiva per i clienti. Dall’anno scorso abbiamo apportato numerosi miglioramenti per garantire performance operative stabili. I nostri sforzi sono stati ripagati, con conseguente puntualità e regolarità significativamente migliorate rispetto allo scorso anno. Inoltre, il rinnovo della nostra flotta verso aeromobili più efficienti dal punto di vista dei consumi comporta una riduzione delle emissioni di CO2: a luglio è stato consegnato un nuovo A330 e siamo riusciti a eliminare gradualmente un aeromobile A340 più vecchio e meno efficiente nella nostra flotta a lungo raggio”, afferma Rickard Gustafson, CEO di SAS.

IAG: IL TRAFFICO NEL MESE DI LUGLIO 2019 – IAG ha pubblicato le statistiche di traffico relative al mese di luglio 2019. Il traffico del Gruppo IAG nel mese di luglio 2019, misurato in Revenue Passenger Kilometres, è aumentato del 4,9% rispetto a luglio 2018. La capacità del Gruppo, misurata in Available Seat Kilometres, è aumentata del 3,9%. In totale, nel mese di luglio 2019, il Gruppo ha trasportato 11.999.000 passeggeri (+4,2%), con un Load Factor pari all’88,8% (+0,9 punti percentuali). Il 15 luglio Iberia ha annunciato che sta riducendo l’utilizzo di materie plastiche sui suoi voli di 68,5 tonnellate all’anno. Il 26 luglio Aer Lingus ha preso in consegna il suo primo aereo Airbus 321LR, che ha operato il suo volo inaugurale da Dublino a Hartford, nel Connecticut, il 2 agosto. Il 27 luglio British Airways ha ricevuto il suo primo Airbus 350-1000, che presenta il nuovo sedile di classe business della compagnia aerea, Club Suite. In totale, British Airways prenderà in consegna 18 A350, con quattro dei nuovi aeromobili che si uniranno alla flotta entro la fine del 2019.

AIR FRANCE-KLM: IL TRAFFICO DEL MESE DI LUGLIO 2019 – Nel mese di luglio 2019 il Gruppo Air France-KLM ha trasportato 8.187.000 passeggeri (+0,9% rispetto a luglio 2018), con un load factor pari al 90,6% (+0,5 punti percentuali). Il traffico in RPK è in aumento dell’1,9%, mentre la capacità in ASK è aumentata dell’1,4%. Transavia ha trasportato 1.813.000 passeggeri (+5,8%), con un load factor pari al 91,5% (+0,1 punti percentuali). Il totale attività passeggeri del Gruppo vede 9.999.000 passeggeri trasportati (+1,8%), con un load factor che si attesta al 90,7% (+0,4 punti percentuali).

QANTAS OPERERA’ IL VOLO VERSO SANTIAGO CON IL DREAMLINER – Qantas ha annunciato oggi che la Sydney-Santiago sarà la prossima rotta operata con i Boeing 787-9 Dreamliner, con il vettore che aggiunge tre voli di andata e ritorno alla settimana tra le due città. Dalla fine di giugno 2020, i clienti che viaggiano tra Sydney e Santiago potranno sperimentare le cabine Economy, Premium Economy e Business del Dreamliner. I voli aggiuntivi, che inizieranno contemporaneamente, aumenteranno i voli sulla rotta da quattro alla settimana a voli giornalieri, aggiungendo oltre 20.000 posti ogni anno. Il cambiamento deriva dalla consegna graduale dei sei Dreamliner aggiuntivi, poiché l’aereo più efficiente sostituirà gradualmente il Boeing 747 sul network internazionale di Qantas entro la fine del 2020. Attualmente Qantas ha otto 787-9 nella sua flotta, con altri sei in arrivo da ottobre 2019, portando la flotta Dreamliner totale a 14 aerei nella seconda metà del 2020.

EMBRAER E MONGOLIAN HUNNU AIR SIGLANO POOL PROGRAM AGREEMENT PER SUPPORTARE LA SUA E190 FLEET – Embraer ha annunciato oggi che ha firmato un long-term Pool Program Agreement con Mongolian Hunnu Air, per supportare una vasta gamma di repairable components per la recente flotta di E190 in leasing della compagnia aerea. Hunnu Air è il primo operatore E190 in Mongolia e ha ricevuto il suo primo E190 quest’anno a maggio. Il Pool agreement copre full repair coverage per componenti e parti, nonché l’accesso a un ampio stock di componenti presso l’Embraer distribution center, che supporterà l’avvio delle operazioni con l’ E190 della compagnia aerea. Hunnu Air è una delle principali compagnie aeree in Mongolia. All’inizio di quest’anno la compagnia aerea ha firmato un accordo per il leasing di quattro E190 con CDB Aviation. Ha iniziato a volare con il primo E190 da giugno 2019, con gli altri tre previsti in consegna nel 2020 e nel 2021. “Siamo lieti che Hunnu Air si unisca al Pool program, che fornisce le soluzioni più efficienti e affidabili per la loro flotta E190”, ha dichiarato Johann Bordais, Presidente e CEO, Embraer Services & Support.

ASME: RICONOSCIMENTI PER PRATT & WHITNEY: L’American Society of Mechanical Engineers (ASME) ha assegnato a Thomas Prete, vice president, Engineering, Pratt & Whitney Military Engines, il 2019 Aircraft Engine Technology Award, e al Dr. Om Sharma, senior technical fellow, Aerodynamics and Gas Turbines, United Technologies Research Center (UTRC), l’ASME R. Tom Sawyer Award. Prete è stato nominato per il suo eccezionale contributo alla air-breathing propulsion. Durante la sua carriera, Prete ha ricoperto numerosi ruoli di leadership tecnica nei Pratt & Whitney fighter engine programs. Il Dr. Sharma è stato riconosciuto per il contributo nel far progredire la gas turbine industry e l’ASME International Gas Turbine Institute. I suoi successi includono il contributo ai miglioramenti nei processi di progettazione utilizzati nelle axial flow turbines e i suoi studi sui 3-D airfoils.

L’articolo News Brevi – 08.08.2019 proviene da MD80.it.


(Fonte: md80.it)