Trasporto aereo. Le priorità per l’Africa allo “Iata Aviation Day”

Amman, Giordania – Sono quattro: sicurezza (safety), fondi bloccati, connettività e regolazione più intelligente

12546

(WAPA) – Iata (International Air Transport Association, associazione internazionale del trasporto aereo) prevede che l’Africa sarà un mercato di 350 milioni di passeggeri di linea entro il 2035 ed ha individuato quattro priorità che devono essere affrontate se l’aviazione deve fornire le migliori prestazioni economiche e sociali per i Paesi del continente.
L’aviazione attualmente supporta 6,8 milioni di posti di lavoro e contribuisce con 72,5 miliardi di dollari al Pil (Prodotto interno lordo). Nei prossimi 20 anni la domanda di passeggeri è destinata ad aumentare con una media del 5,7% ogni anno. Questo apre incredibili opportunità economiche per le 54 Nazioni del continente.

Le quattro priorità sono:

Sicurezza (Safety)
Iata ha sollecitato i vettori aerei ed i governi a continuare il loro impegno per Iosa (Iata Operational Safety Audit).
L’Associazione invita i governi a proseguire nell’aumento dei livelli di adesione agli standard globali dell’Icao (International Civil Aviation Organization) e ad accelerare l’attuazione delle norme e delle pratiche raccomandate Icao in termini di sicurezza (Sarps, Safety Related Standards and Recommended Practices). Entro la fine del 2016 erano solo 22 gli Stati che avevano applicato almeno il 60% del Sarps.

Connettività
Iata accoglie con favore l’imminente lancio del Saatm (Single Africa Air Transport Market) dell’Unione africana e sollecita i governi ed il settore a sfruttare pienamente il progetto per sbloccare i vantaggi dell’aviazione continentale.

Fondi bloccati
Sono un problema crescente con i vettori incapaci di rimpatriare i loro guadagni in valuta estera da nove Nazioni. Iata esorta i governi in cui la moneta è bloccata a trovare soluzioni pratiche per liberare i fondi delle compagnie in linea con gli standard globali e gli obblighi dei trattati bilaterali.

Regolazione più intelligente
L’Associazione sollecita i governi ad adottare il quadro Smarter Regulation per evitare conseguenze non intenzionali quando si progettano o attuano le politiche dell’aviazione. (Avionews)
(006)

-1207566
(World Aeronautical Press Agency – )

(Fonte: Avionews.com)