Scatta il conto alla rovescia per il drastico taglio alle commissioni deciso da Lufthansa.

La nuova politica commerciale nei confronti della distribuzione prenderà infatti il via a partire da dopodomani, 1° gennaio 2016. Una scelta che fa seguito alla discussa decisione di applicare la fee da 16 euro per le prenotazioni  via gds.

E se il colosso tedesco si appresta a dare una netta sforbiciata alle remunerazioni per i dettaglianti, altri player hanno invece optato per l’innalzamento del regime commissionale. È il caso di Alitalia, che dal 1° gennaio porterà le commissioni per adv all’1 per cento, al pari di Air France-Klm e l’altro partner transatlantico Delta Air Lines.

Una sorta di risposta, dunque, a quanti si chiedevano, nei mesi scorsi, se qualche altro vettore avrebbe seguito le orme di Lufthansa. Persino alcune low cost, Ryanair in primis, avevano dichiarato “Non metteremo mai una fee sui gds”.

Certo è che Lufthansa in un solo colpo è riuscita ad attirare le ire di quasi tutta la filiera. Le prime a sollevarsi sono state, ovviamente, le agenzie di viaggi. Tra i primi a prendere una posizione netta, il presidente di Uvet Luca Patané che, senza usare mezzi termini, ha dichiarato chiaro e tondo a TTG Italia: “Non vendiamo più Lufthansa”.

L’effetto domino si è scatenato nel giro di pochi giorni: l’associazione europea dei gds si è mobilitata presentando una denuncia all’Ue. E anche le Olta si sono scatenate.

Spostando l’attenzione sul gigante tedesco, invece, non si può non notare come Lufthansa, colpita da una (prevedibile) bufera che l’ha vista oggetto di attacchi incrociati, non abbia mai arretrato di un millimetro. Anche quando il resto del mondo del turismo puntava il dito, il gigante tedesco non ha mai accennato a nessuna marcia indietro.

Eppure, più volte la battaglia si è spostata sul piano legale. In Italia Fiavet ha messo nero su bianco le motivazioni per cui tanto la sulle prenotazioni via gds quanto l’abbassamento delle commissioni (fino al suo sostanziale annullamento) potrebbero essere considerate non conformi alle normative vigenti.

Naviganti.org