D’ora in poi per chi si sposta in Paesi al di fuori dell’area Schengen sarà possibile, a Fiumicino, superare il controllo passaporti in pochi secondi. Il Leonardo da Vinci ha infatti introdotto gli Egates, i varchi automatizzati che consentono il passaggio ai viaggiatori che avvicinano al lettore elettronico il proprio passaporto. In un secondo momento una telecamera confronta i lineamenti del viso con quelli registrati nel microchip del documento e consente di entrare nell’area imbarchi in pochi secondi.

Pubblicità

Fiumicino è stato il primo scalo italiano a installare gli Egates: i varchi elettronici sono 16 agli arrivi, 8 alle partenze e 8 ai transiti. Un primo prototipo, come spiega ilmessaggero.it, è stato installato nello scalo nel 2014, grazie alla collaborazione tra Aeroporti di Roma, Ministero dell’Interno – Direzione Centrale dell’Immigrazione e Polizia delle Frontiere. Da allora sono stati circa 5 milioni i passeggeri che hanno usato i varchi automatizzati nei due aeroporti della Capitale.

Naviganti.org