Mosca, 03 ott 11:52 – (Agenzia Nova) – L’aviazione russa negli ultimi due giorni in Siria ha ucciso sette comandanti dello Stato islamico (Is) sulla riva orientale dell’Eufrate. Lo ha annunciato il portavoce ufficiale del ministero della Difesa, il generale Igor Konashenkov. Tra i militanti uccisi il kazako Islyam Abu al-Kazaki, che ha coordinato i gruppi di assalto degli estremisti nella valle dell’Eufrate. Sono stati uccisi in totale 304 militanti e ne sono stati feriti 170. Inoltre, l’aviazione ha distrutto un centro di raduno e formazione di mercenari stranieri, tre postazioni di comando e nove punti di sostegno dei militanti, otto blindati, tre unità di artiglieria, 17 fuoristrada con armi di grosso calibro e quattro depositi di munizioni. (Rum)

© Agenzia Nova – Riproduzione riservata

Naviganti.org